Data di pubblicazione 11 marzo 2011. Ultimo aggiornamento 5 giugno 2017.

Attività di educazione e formazione alla sicurezza Stradale

Ufficio Educazione Stradale

Referente signor Furio Misdaris
tel. 328.2759704
email: furmis@libero.it

L’ACI da Statuto:

  • presidia i molteplici versanti della mobilità, diffondendo una cultura dell’auto, in linea con i principi della tutela ambientale e dello sviluppo sostenibile, della sicurezza e della valorizzazione del territorio;
  • promuove l’istruzione automobilistica e l’educazione dei conducenti di autoveicoli allo scopo di migliorare la sicurezza stradale;

Nell’ambito locale, le iniziative e i progetti e le strategie di intervento elaborati dall’ACI, vengono declinati dagli AACC provinciali.A livello locale, i vari Automobile Club provinciali, che appartengono alla Federazione ACI, declinano tale mission nel proprio ambito di competenza.

In provincia di Udine opera l’Automobile Club Udine, Ente pubblico non economico a base associativa che da sempre si pone “al servizio delle persone e della comunità”; ha un patrimonio e risorse autonome e si autofinanzia con le quote associative e la vendita di servizi, non risultando destinatario di trasferimenti da parte della macchina pubblica.

Collabora da anni con le principali istituzioni pubbliche in Provincia e in Regione per il miglioramento della normativa, dei controlli, per l’implementazione dei sistemi di rilevazione dei flussi di traffico; è inoltre attivamente impegnato sul fronte dell’educazione e della formazione di giovani e adulti per contribuire a diffondere comportamenti corretti, coscienti e consapevoli sia in strada, che nella vita di tutti i giorni, rafforzando il concetto del binomio inscindibile “salute/sicurezza”.

Realizza per numerosi istituti scolastici della provincia corsi di vario tipo, modulati secondo il target di riferimento; organizza e partecipa a conferenze e seminari sui temi della prevenzione e sicurezza e per l’approfondimento delle continue novità del Codice della strada.

A puro titolo di esempio:

Partecipazione a progetti, convegni e conferenze sui temi della mobilità organizzati da ACI, quali “Conferenza sul traffico e la Circolazione; Salone internazionale della Sicurezza stradale; Forum Internazione delle Polizie Locali; Pedestrian Crossing, Convegno sull’omicidio stradale, ecc.

Realizzazione di Corsi base alla sicurezza stradale per le scuole dell’infanzia (modulo teorico ed esercitazione pratica a piedi); Corsi teorico/pratici per scuole primarie e secondarie; Corsi per il Patentino; Corsi teorico/pratici sulle fondamentali tecniche di guida sicura e sulle conseguenze di un abuso di sostanze alcoliche o psicotrope per gli studenti degli istituti superiori come il Copernico, Marinoni e Ceconi e molti altri.

Partnership operativa in “Educastrada” e “Motoresponsabile” con il Comune di Udine per la formazione teorico/pratica all’uso delle due ruote;  “Corso di guida pratica allo Scooter” con la Provincia di Udine e la FMI che in oltre 3 anni ha permesso di addestrare alla guida dello scooter oltre 2000 studenti; Easy Foot – Lascia che sia il tempo a Correre – con la Provincia di Udine, Easy Foot 2 con Province di Udine e Pordenone; SicuraMENTE, con Regione, strade FVG, ASL e Polizia stradale, TrasportACI con ACI e Università, Sara Safe Factor e I Piloti fanno scuola, progetti che hanno coniugato i valori dello sport con quelli della sicurezza, ecc.

Le più recenti iniziative hanno riguardato sia il mondo degli adulti, con un seminario presso Confindustria di Udine, in partnership con INAIL e Polstrada sul tema degli incidenti in occasione di lavoro, che quello degli studenti delle scuole secondarie, come il concorso fotografico Scatta in strada, arrivato alla 3^ edizione; i numerosi interventi di natura teorico/pratica per le scuole materna e primaria sulle regole di circolazione a piedi e in bicicletta con i progetti TrasportACI sicuri, A Passo sicuro e 2Ruote sicure.

Molto successo ha avuto SAFE BIKE UDINE, manifestazione riservata ai bambini sull’uso delle piste ciclabili, col patrocinio del Comune e la colalborazione della Polstrada e della CRI.

Ambizioso il progetto triennale in corso Quattro ruote per la sicurezza, realizzato insieme ai Rotary Club di Udine e Gemona e alla Fondazione Friuli, tutt’ora in corso.